Stop Coronavirus: il racconto di un volontario

Stop Coronavirus: il racconto di un volontario

Mi chiamo Michelangelo Caserta, sono volontario del Servizio Civile Universale presso Energia per i Diritti Umani Onlus. Scrivo per aggiornarvi a nome dell’associazione sulle attività che stiamo portando avanti in Senegal e Gambia per il Coronavirus e provvederò ad aggiornarvi periodicamente sull’avanzare della campagna.

Dal 15 marzo scorso ha preso forma la campagna “Stop Coronavirus”, per la prevenzione del Covid-19. La campagna si innesta sull’esperienza di Energia per i Diritti Umani nell’ambito della sensibilizzazione della popolazione sulla prevenzione delle malattie, portata avanti per anni con il progetto “Stop Malaria”. La campagna “Stop coronavirus” prevede che i volontari senegalesi di Energia facciano attività porta a porta sul territorio Senegalese per informare la popolazione sul coronavirus e sui metodi di prevenzione, distribuendo anche materiale per l’igiene personale, come sapone, varechina e gel igienizzante per le mani, oltre che dispositivi di protezione, come guanti e mascherine. Allo stesso tempo si prevede di installare per strada bidoni con rubinetto contenenti una soluzione igienizzante a base di acqua e varechina, per incentivare il lavaggio frequente delle mani. La campagna interesserà in Senegal Dakar, i suoi quartieri periferici Pikine, Keur Massar, Yeumbel, e i villaggi nell’interno Ndiadiane, Sossop, Tataguine e Bandoulou. In Gambia sono coinvolti i villaggi di Ballanghar, Kauur e Genjie. In questi ultimi tre villaggi  sono stati installati per strada 50 bidoni per lavarsi le mani, su cui è esposto un manifesto informativo sulla prevenzione del virus. In Senegal le attività hanno preso il via il 29 Marzo. Finora, in quattro giornate di sensibilizzazione, sono stati coinvolti i quartieri di Pikine, Yeumbel e Keur Massar, alla periferia di Dakar. Decine di volontari senegalesi hanno visitato un totale di 964 abitazioni e una daara, una scuola coranica con 50 allievi. Le famiglie vengono informate sul virus e sui metodi di prevenzione, e vengono loro consegnati sapone, varechina e gel igienizzante per le mani. I volontari indossano sempre guanti e mascherina e osservano la distanza precauzionale di almeno 1 metro da tutti gli altri. Alla Daara di Yeumbel è stato consegnato un bidone da 100 litri con rubinetto per lavarsi le mani. Alcuni bidoni dello stesso tipo sono stati donati al comune di Pikine Est, per installarli in luoghi pubblici, in collaborazione con il Comune di Pino Torinese, che contribuisce alla campagna con uno stanziamento di 5.000 euro. Il 29 marzo è partita, inoltre, una raccolta fondi su Facebook per la campagna https://www.facebook.com/donate/208636000442329

Il 31 marzo è uscito su “Pressenza” un articolo sulla campagna, anche in inglese e francese https://www.pressenza.com/it/2020/03/stop-coronavirus-la-pandemia-dove-lacqua-manca/.

Il 6 aprile è uscito su Facebook un video di lancio della Campagna https://www.facebook.com/energiaperidirittiumanionlus/videos/655002441965814/.

Ecco in sostanza l’azione di Energia per i Diritti Umani in Senegambia per il Coronavirus. Se possono esservi utili delle foto, siamo disponibili ad inviarvele.

Vi ringrazio
Cordiali saluti
Michelangelo Caserta