Spesa militare? 100 volte gli investimenti per gli aiuti umanitari
Redazione 22 maggio 2013 La Gabbianella in...forma

Spesa militare? 100 volte gli investimenti per gli aiuti umanitari

Strumenti di lavoro: cooperazione, gli aggiornamenti dalle agenzie di stampa

AIUTI UMANITARI: AGIRE, SPESA UN CENTESIMO DI QUELLA MILITARE

(ANSA) – ROMA, 22 maggio – “La spesa militare nel 2012 è stato a livello mondiale pari a 1.738 miliardi di dollari. Esattamente
spesa, che a livello globale sono stati di 17,1 miliardi di dollari. In Italia, destiniamo alle spese militari ogni giorno quasi 90 milioni di dollari, circa 33 miliardi ogni anno. Considerando che la spesa umanitaria pubblica italiana nel 2011 è stata pari a 362 milioni di dollari, ciò significa che in un anno l’Italia investe in aiuti umanitari ciò che dedica in soli 4 giorni alle spese militari”. E’ quanto ha denunciato Shelly Sandall, presidente di Agire, citando dati del Sipri (Istituto Internazionale di Ricerche sulla Pace di Stoccolma).
Presentando il quarto Rapporto di Agire sul valore dell’aiuto umanitario, Sandall ha utilizzato anche un altro paragone, quello con le slot machine: “si pensi che nei soli primi tre mesi del 2013 gli italiani hanno speso per il solo gioco online circa 217,4 milioni di euro. In tre mesi, si è speso per il gioco online quasi il doppio di quanto i privati hanno donato nell’intero 2012 per le popolazioni colpite da calamità e guerre”. Al contrario, secondo Sandall in Italia si spende troppo poco per la prevenzione dei disastri, mentre “gli studi più recenti, a livello internazionale, dimostrano che a fronte di 1 dollaro investito in prevenzione se ne potrebbero risparmiare da 4 a 7 in successivi aiuti per la risposta e la ricostruzione”.