Redazione 24 novembre 2014 La Gabbianella in...forma

Sostegno a distanza: le foto vincitrici del concorso “Inviato speciale”

Venerdì scorso, 21 novembre, si è svolta la premiazione del concorso fotografico “Inviato speciale – ritorno con un’immagine” che ha visto partecipare decine di fotografi delle associazioni de La Gabbianella. Più di 100 bellissime foto per trasmettere emozioni e contenuti in un immagine, tradurre momenti forti in un attimo, voler rappresentare ciò che si stava vivendo o semplicemente documentarlo.

La numerosa e calorosa partecipazione di associazioni, sostenitori e amici è stata animata dal gruppo di percussioni di Pap Seck e dalle danze Bollywood di Ambili Abraham.

Dalle 20 foto finaliste decretate dal web, la Giuria ha scelto le due vincitrici:

 

datemi-libro

1° premio – BASILIO MARITANO – Datemi un libro!

Descrizione
Datemi un libro! Non importa quante volte sia già stato sfogliato, io ne potrò trarre libertà. Come altri hanno fatto e altri faranno dopo di me.- Derge, Tibet. La città situata nell´area tibetana del Kahm, oggi denominata West Sichuan e appartenente alla Cina vede arrivare ogni giorno nuovi imprenditori cinesi, interessati a trarre profitto e sviluppare le aree lontane dalle grandi Megalopoli di Beijing o Shangai. I bambini nomadi tibetani, provenienti dalle terre circostanti, vivono e imparano il tibetano grazie al progetto della scuola di Asia Onlus. Per non dimenticare una cultura, una lingua, e tanti giovani.

Motivazione della Giuria
E’ un’immagine positiva e ben realizzata con buona gestione della luce e della composizione.
Parla di infanzia e di educazione e rimanda immediatamente all’idea di sostegno a distanza come occasione di crescita.

 

tetti-dakar

2° premio – ROBERTO PALUMBO – Sui tetti di Dakar

Descrizione
Una bambina gioca su un tetto nel quartiere Ecole Dior a Dakar. Progetto dell’associazione Energia per i Diritti Umani.

Motivazione della Giuria
Semplice, immediata, ottima scelta del bianco e nero. Un’immagine fuori dalla facile retorica dell’infanzia sorridente e più calata in una logica di reportage tradizionale.

 

Un ringraziamento particolare a tutti i fotografi e alle associazioni che hanno partecipato al primo concorso fotografico de La Gabbianella e che, visto il successo, speriamo di riproporre il prossimo anno.