Lettera aperta di ForumSad sull’uso corretto delle immagini dei bambini
Redazione 8 novembre 2013 La Gabbianella in...forma

Lettera aperta di ForumSad sull’uso corretto delle immagini dei bambini

Strumenti di lavoro:  come usare le immagini dei bambini sostenuti? A quali regole attenersi? Come comunicare in modo corretto?

Al via le campagne di Natale. ForumSad chiede alle organizzazioni di fare un corretto uso delle immagini dei bambini, anche sui social network.

(ForumSaD) Roma – E se ad essere messi in prima pagina ci fossero i nostri figli come reagiremmo? In vista delle campagne natalizie, in cui si prevede un utilizzo imponente di immagini dei bambini, ForumSaD si sofferma sull’importanza della comunicazione e della privacy nel Sostegno a distanza. L’organizzazione, rete di oltre 90 organizzazioni, lancia un appello sulla falsariga delle Linee Guida per il Sostegno a Distanza di minori e giovani, redatte nel 2009 dall’allora Agenzia del Terzo Settore e riconfermate oggi dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. In occasione di un seminario ForumSaD, il 18 ottobre, il Direttore del Terzo Settore, Danilo Festa aveva affermato “la privacy è un diritto mondiale, ricordiamocelo. Basta foto di bambini usate per tutto e ovunque per le campagne di comunicazione e raccolta fondi. Le nostre Linee Guida su questo sono chiare”. A quelle parole oggi fa eco il presidente di ForumSaD, Vincenzo Curatola, che afferma “quando usiamo le foto dei bambini sostenuti dobbiamo ricordarci delle stesse premure che usiamo quando in Italia vogliamo fotografare bambini di altri a scuola, in giro e ovunque”. “Deve valere lo stesso principio” continua Curatola “altrimenti noi organizzazioni peroreremmo una vera e propria ingiustizia, che risulterebbe un boomerang contro ciò che con i progetti di solidarietà professiamo: rispetto per tutti i bambini. Tutti”.
ForumSaD crede che adottare le stesse cautele e regole sia doveroso. Non adottarle significherebbe comunicare, indirettamente, che la vita di un bambino africano vale meno di quella di un bambino italiano. ForumSaD ha ben chiaro che anche in Italia i bambini vengono ripresi e fotografati per tantissime pubblicità, infatti Curatola afferma “non diciamo no all’uso delle immagini, ma ricordiamo che se un bambino italiano è protagonista di una pubblicità i suoi genitori lo sanno, sapranno sicuramente come viene utilizzata, da chi e per cosa”. Afferma Curatola “Basta poco per rispettare queste regole anche per il sostegno a distanza. Basta aderire alle “Linee Guida per il Sostegno a Distanza di minori e giovani”, che non sono per nulla restrittive e complicate. Sono il giusto equilibrio tra il bisogno di comunicare di un’organizzazione e il rispetto e la sicurezza dei minori mostrati. A tal proposito ForumSaD ricorda un passaggio importante nelle note alle linee guida (Milano 2010), redatte dall’Agenzia, dove si afferma che le immagini dei bambini sono “un bene da tutelare. Pur riconoscendo che nella società della comunicazione le immagini hanno un ruolo decisivo nel coinvolgere l’attenzione del pubblico, al fine di tutelare il più possibile l’identità del minore e di evitare la mercificazione delle immagini, l’Agenzia ha ritenuto di porre dei limiti alla diffusione generalizzata e indifferenziata di immagini ed altri dati personali dei minori”. ForumSaD poi ricorda che le stesse indicazioni valgono anche per l’uso sui Social Network, di gallerie di foto e video. Si rischia che pubblicandole su Facebook e altrove, senza i filtri dovuti, si perdano le tracce di ciò che si mette in rete.