Le parole del sostegno a distanza: la cooperazione
Redazione 21 giugno 2013 La Gabbianella in...forma

Le parole del sostegno a distanza: la cooperazione

sostegno a distanza
dalla galleria fotografica dell’associazione Aina
foto di Attilio Ulisse

Con le locuzioni cooperazione internazionale o allo sviluppo si fa riferimento a ogni forma di intervento teso a incidere sulle relazioni internazionali tra I Paesi del Nord e del Sud del mondo e soprattutto, sulle strutture economiche e sociali che nei Paesi in via di sviluppo producono arretratezze, povertà, ingiustizie e violazione dei diritti umani.
[Dalla voce “cooperazione” (a cura di Edoardo Patriarca) in Il terzo settore alla A alla Z, Editrice San Raffaele, Milano 2011]

Responsabilità, reciprocità, crescita culturale e di consapevolezza, possibilità di incidere concretamente nei processi di sviluppo di una comunità, qualificano il Sostegno a distanza come forma di solidarietà continuativa e prospettica, che unitamente ad altri progetti di cooperazione internazionale contribuisce a creare le condizioni per la sostenibilità degli interventi, finalizzati a ridurre le grandi disuguaglianze nel mondo.

[…] riconoscendo l’alto valore etico e sociale del sostegno a distanza, quale forma di cooperazione internazionale e di solidarietà umana finalizzata allo sviluppo della persona e specialmente di bambini e di giovani in condizioni di rischio povertà ed emarginazione, attraverso la promozione di una relazione effettiva tra i protagonisti del rapporto di solidarietà e la valorizzazione, secondo il principio di sussidiarietà, del contesto sociale e culturale del beneficiario; […]
[Da Linee guida per il sostegno a distanza di minori e giovani]

Le altre parole: