La più grande corsa in tuk-tuk dell’India raccontata da un ragazzo di strada
Centro Archivio 28 ottobre 2013 Le news e gli eventi delle nostre associazioni

La più grande corsa in tuk-tuk dell’India raccontata da un ragazzo di strada

tuk-tuk per il sostegno a distanzaDalla Newsletter di Mancikalalu Onlus, associazione che aderisce al Coordinamento per il sostegno a distanza.

PROGETTO RICKSHAW RUN FOR HOME
La più grande corsa in tuk-tuk dell’India raccontata da un ragazzo di strada che sogna di diventare regista.

Sara Zavarise, affermata documentarista e montatrice, ha pensato di seguire il nostro pilota Lucio nella più grande corsa in tuk-tuk dell’India e di fare di quest’avventura un film documentario a sostegno di Mancikalalu.
Neelagiri, uno dei ragazzi più grandi di Bhavitha Home, aspirante regista, potrà quindi diventare protagonista e co-regista di un film avventuroso e coinvolgente… grazie al vostro supporto!

Il progetto ha un costo di 4.000 euro e già ne abbiamo raccolti 1.000.
A questo link potete trovare tutti i dettagli e le modalità per sostenerlo diventanto così co-produttori e leggere il vostro nome nei titoli di coda!

Affrettatevi però, c’è tempo fino al 17 novembre 2013 per raccogliere il budget necessario!

Visita la pagina del progetto
Visita il sito di Rickshaw Run

Un grazie di cuore a tutti!
I volontari di Mancikalalu onlus, Sara e Neelagiri.

Bhavitha House si trova a Secunderabad (Andhra Pradesh – India centro-meridionale). La casa è gestita da personale locale, motivato e professionalmente preparato. L’associazione Mancikalalu onlus garantisce la supervisione e la coordinazione del centro, la presenza frequente di personale italiano preparato e il rispetto dei canoni di qualità prefissati. Presso la casa sono spesso presenti incaricati dell’associazione.

La casa si sviluppa in 7 stanze, per un totale di 208 metri quadrati. In seguito ad alcuni lavori di ristrutturazione e la sistemazione dell’arredo essenziale, in maggio è cominciata l’accoglienza di undici minori da parte dello staff indiano.
La casa è in grado di ospitare, garantendo canoni di qualità prefissati, non più di 25-30 bambini, numero ormai raggiunto. Ognuno di loro è coscente del potenziale che Mancikalalu gli sta offrendo e tutti si stanno impegnando in modo molto responsabile, dando il meglio per realizzare i “Mancikalalu” che li porteranno a poter dire la loro, da membri attivi della società. Bhavitha House offre ai bambini bisognosi tutte le agevolazioni per realizzarsi, a patto che ognuno di loro si impegni a fondo per realizzare i propri sogni.

Mancikalalu ai ragazzi ospitati nella casa famiglia garantisce:

  • l’inserimento in un clima familiare, con un ridotto numero di minori accolti ed una maggiore attenzione alle esigenze, alle storie ed alle inclinazioni di ogni ragazzo
  • una dieta alimentare equilibrata e completa
  • un’adeguata assistenza sanitaria
  • un’ istruzione di buon livello, anche universitaria, con la possibilità di proseguire gli studi anche oltre il compimento della maggiore età.

Il sostegno a distanza del progetto casa famiglia consiste nel sostenere le spese di tutti i bambini e ragazzi di Bhavitha. Mancikalau comunica periodicamente, tramite giornalino dell’associazione e mailing list, tutte le novità e i miglioramenti realizzati con l’aiuto dei sostenitori.

Per approfondire: