La cooperazione al cinema in 51 film. Uno studio della Banca mondiale
Redazione 5 settembre 2013 La Gabbianella in...forma

La cooperazione al cinema in 51 film. Uno studio della Banca mondiale

cooperazioneStrumenti di lavoro: dal web gli aggiornamenti sulla situazione internazionale e la cooperazione.

Dal magazine Vita.it

Non solo The Mission: se la cooperazione va a Hollywood

La Banca Mondiale pubblica uno studio sulle modalità di rappresentazione della cooperazione al cinema, ecco come Hollywood racconta i paesi in via di sviluppo in 51 film

Non siamo gli unici ad arrovellarci su quanto sia legittimo rappresentare i paesi in via di sviluppo al cinema e in televisione, un esercizio delicatissimo in bilico tra il nobile intento di informare su temi sconosciuti ai più e il rischio non solo di semplificare situazioni estremamente complesse, ma addirittura di scadere nella spettacolarizzazione più becera delle difficoltà altrui.

Mentre in Italia, l’annuncio di The Mission, il nuovo reality Rai, sulla vita nei campi profughi, ha sollevato un dibattito infuocato, soprattutto per il coinvolgimento di starlette e personaggi dello spettacolo che nulla hanno a che vedere con tematiche relative alla cooperazione e allo sviluppo (l’ultimo capitolo del dibattito si è concluso ieri, come ha scritto qui il blogger di Vita, Giulio Sensi) anche la World Bank si interroga sulle modalità di rappresentazione dello sviluppo sul grande schermo e stila una lista di 51 film in cui emerge questo tema , perché, volente o nolente, Hollywood ha un raggio di influenza maggiore di qualsiasi giornale o tg, soprattutto negli Stati Uniti, dove i reportage dall’Africa sono cosa sempre più rara.

Lo studio, portato avanti dai tre ricercatori, David Lewis, Dennis Rodgers e Michael Woolcock, analizza come nei film mainstream i temi dello sviluppo e della cooperazione rimangano sempre sullo sfondo e spesso siano utilizzati come un escamotage narrativo per far progredire la storia, ma non costituiscano mai il filone narrativo principale, molto spesso invece sono accompagnati da altri temi: guerra, politica ed economia, film come Casino Royale e Hurt Locker, ne sono un esempio.

“Le opere cinematografiche hanno la possibilità di portare in primo piano le tematiche relative allo sviluppo, ma possono anche facilmente disinformare il pubblico”, afferma David Lewis. “Uno dei presupposti fondamentali per far sì che ciò non accada è evitare l’ovvia contrapposizione tra buoni e cattivi.”

Dallo studio della Banca Mondiale, emerge inoltre un’altra tendenza nella filmografia che si misura con lo sviluppo, ovvero la mancanza di “voci locali” in grado di adottare una prospettava indigena, priva di filtri occidentali. I protagonisti, nella maggior parte dei casi infatti, sono uomini e donne nordamericani o europei, che si trovano ad affrontare le difficoltà e le contraddizioni dei paesi in via di sviluppo. “Questo può facilitare la presa di coscienza e la sensibilizzazione nel pubblico occidentale, ” spiegano i ricercatori, “allo stesso tempo però è un approccio estremamente limitante. Taglia fuori il punto di vista degli abitanti locali e per questo rischia una rappresentazione fuorviante della realtà.”

Di seguito la lista dei film individuati dalla ricerca della World Bank in quanto rappresentativi delle diverse modalità in cui il tema dello sviluppo è portato in scena.

  1. Apocalypto (2006)
  2. Avatar (2009)
  3. Bamako (2006)
  4. Beyond Borders – Amore senza confini(2003)
  5. Black Robe – Manto nero (1991)
  6. Blood Diamond (2006)
  7. Cannibal Tours (1989)
  8. Casino Royale (2006)
  9. L’inganno (1981)
  10. City of God (2002)
  11. Critical Assignment (The Guinness film, 2003)
  12. Piccoli affair sporchi (2002)
  13. Entre Nos (2009)
  14. Even the Rain (También la lluvia) (2010)
  15. Gandhi (1984)
  16. Gangs of New York (2002)
  17. Gangster’s Paradise: Jerusalema (2008)
  18. Hotel Rwanda (2004)
  19. In the Loop (2009)
  20. Johnny Mad Dog (2008)
  21. Journey to Banana Land (1950)
  22. Jungle Drums of Africa (1953)
  23. La Yuma (2010)
  24. Men with Guns (1997)
  25. Missing (1982)
  26. Salaam Bombay (1988)
  27. Il pescatore di sogni (2011)
  28. Salvador (1983)
  29. Sin Nombre (2009)
  30. The Millionaire (2009)
  31. L’ultima alba (2003)
  32. The Beach (2000)
  33. The Constant Gardener – La cospirazione (2005)
  34. The Day after Tomorrow (2004)
  35. The Fog of War – La Guerra second Robert McNamara (2003)
  36. The Gods Must be Crazy (1981)
  37. The Hurt Locker (2008)
  38. Urla del silenzion (1984)
  39. L’ultimo re di Scozia (2006)
  40. The March (1990)
  41. The Mission (1986)
  42. I diari della motocicletta (2004)
  43. Il velo dipinto (2006)
  44. Un anno vissuto pericolosamente (1982)
  45. Il suo nome è Tsotsi (2005)
  46. Turistas (2006)
  47. Sotto tiro (1983)
  48. Viva Zapata (1952)
  49. Volunteers (1985)
  50. White Material (2009)

Lo studio della Banca mondiale
The Projection of Development. Cinematic Representation as An(other) Source of Authoritative Knowledge?