Il sostegno a distanza va in onda in 73 lingue
Centro Archivio 11 giugno 2013 Le news e gli eventi delle nostre associazioni

Il sostegno a distanza va in onda in 73 lingue

sostegno a distanza
don Romano Filippi, Mutitu Water Project

Cesvitem segnala due trasmissioni radiofoniche internazionali dedicate ai progetti di sostegno a distanza promossi dall’associazione:

  • don Romano Filippi ha raccontato alla radio australiana SBS, che trasmette in 73 lingue, il Mutitu Water ProjectIn Kenya solo il 42% della popolazione rurale ha accesso all’acqua potabile. Il Mutitu, opera in costruzione da quindici anni, oggi porta acqua a 14mila persone. Gli allacciamenti privati sono l’ultimo passo per il completamento del progetto.
  • il presidente Simone Naletto è stato intervistato sul sostegno a distanza da Radio l’Ora, storica emittente elvetica. Il Cesvitem è impegnato dal 1991 nella promozione di progetti SaD che hanno coinvolto ad oggi oltre 10 mila bambini e ragazzi. Attualmente l’associazione coordina sei progetti tra Mozambico e Perù.

Entrambe le interviste si possono riascoltare on line sul sito dell’associazione: Cesvitem on the air, dall’Australia alla Svizzera.

Per approfondire:

I sostegni a distanza attivati in tutto il mondo sono 375.262. Dalla mappatura dei paesi in cui si realizzano gli interventi SaD, si confermano particolarmente privilegiate alcune aree geografiche come l’Africa (con il 42% di SaD attivi e ben 45 paesi destinatari di intervento), anche se l’analisi dei numeri assoluti per singolo paese individua alcuni stati con altissima concentrazione di sostegni a distanza come l’India con 53.316 SaD; il Brasile con 31.332 e il Mozambico con 16.915. Secondo i dati il sostegno a distanza si conferma un intervento d’aiuto individualizzato (per 224.893 SaD su 375.262), dove il destinatario è un minore (68%), o un giovane (2,6%), con o senza una famiglia. [Da Guida all’informazione sociale, Minori: il sostegno a distanza]

mutitu-water-project-in-breve