Garante Infanzia: ”Governo assegni al più presto le deleghe”
Redazione 10 giugno 2013 La Gabbianella in...forma

Garante Infanzia: ”Governo assegni al più presto le deleghe”

Redattore-sociale-100613Strumenti di lavoro: dalle agenzie di stampa gli aggiornamenti sulle politiche sociali.

Redattore sociale, 10 giugno 2013

Relazione annuale al Parlamento. L’appello di Spadafora: ”Non chiediamo un ministero dell’Infanzia, ma almeno deleghe più omogenee e che siano affidate a un unico ministero”

ROMA -“Il Consiglio dei ministri deve assegnare al più presto le deleghe sui temi che riguardando i minori, ci sono attività ferme perché manca questa decisione. I partiti devono fare un passo indietro rispetto alla divisione, perché non ci sia uno smembramento di queste responsabilità in troppi ministeri”. Lo ha sottolineato il Garante per l’infanzia e l’adolescenza, Vincenzo Spadafora, nel corso della presentazione oggi a Roma della seconda relazione annuale al Parlamento. “Non chiediamo un ministero dell’Infanzia – aggiunge il Garante – ma almeno che ci sia un coordinamento delle deleghe o che deleghe più omogenee, siano affidate a un unico ministero”. In particolare quelle che riguardano l’infanzia dovrebbero confluire, secondo il Garante, al ministero del Welfare e delle Politiche sociali.

Questo maggiore coordinamento consentirebbe anche di garantire che le risorse siano spese in modo opportuno. “Su questi temi non c’è un coordinamento e una cabina di regia che detti le priorità, – aggiunge – è necessario invece che queste priorità vengano stabilite per investire i pochi soldi che ci sono. In questo serve solo la disponibilità del governo. Così come per la ricostituzione dell’Osservatorio nazionale sull’infanzia e adolescenza e di un nuovo Piano infanzia”.

Il testo della seconda relazione annuale al Parlamento

Vedi anche
Infanzia: lunedì presentazione della relazione annuale del Garante