Ecpat Italia: domani anteprima europea per “Talking to the Trees”
Centro Archivio 24 maggio 2013 Le news e gli eventi delle nostre associazioni

Ecpat Italia: domani anteprima europea per “Talking to the Trees”

Parla-con-gli-alberi-SaD-Ecpat-GabbianellaDalle agenzie di stampa gli aggiornamenti sulle attività delle associazioni del Coordinamento per il sostegno a distanza

Redattore sociale, 24 maggio 2013

Talking to the Trees: arriva in Italia il film contro la prostituzione minorile

Pluripremiato all’estero il film di Ilaria Borrelli e Guido Freddi, da domani, si potrà vedere via web e in proiezioni pubbliche. Ambientato in Cambogia sostiene i progetti di Ecpat-Italia

ROMA – Una donna europea scopre che suo marito è un turista sessuale con minori in Cambogia, e decide di rischiare la vita per salvare tre bambini da un bordello. Questa la trama (in breve) di “Talking to the Trees” (Parla con gli alberi) di Ilaria Borrelli e Guido Freddi. Il film, presentato lo scorso anno al Marchè di Cannes, pluripremiato a Los Angeles e Miami (al Womens Internazional Film and Festival), sarà presentato in anteprima in Italia ed Europa il 25 maggio 2013, quando si potrà vedere sia via web (su www.talkingtothetrees.com) che in proiezioni pubbliche a Roma (Scuola Cinema Sentieri Selvaggi- via Carlo Botta, 19) e nei giorni successivi a Torino (30 maggio), Genova (31 maggio), Abbiate Grasso (1 giugno) e Milano (2 giugno).

Talking to the Trees è un film drammatico che racconta il lato più oscuro della Cambogia: un viaggio nei meandri della giungla alla ricerca delle famiglie e della libertà per le ragazze vendute e costrette a prostituirsi all’età di 11 anni. La regista, Ilaria Borrelli e anche l’attrice protagonista nei panni di Mia, fotografa di successo che annoiata dalla sua vita borghese, vola nel paese asiatico per fare una sorpresa al marito Xavier, trovandosi proiettata in una realtà terribile.

Sad-EcpatIl film sostiene Ecpat-Italia onlus, organizzazione che dal 2006 lavora in Cambogia per proteggere i bambini dal rischio di sfruttamento sessuale, attraverso un progetto di prevenzione, soprattutto attraverso la scolarizzazione, l’educazione sanitaria e l’aiuto economico alle famiglie. Ha anche il sostegno di Amnesty International e dell’Unicef.

Per approfondire:
In Cambogia Ecpat, per la scuola, contro lo sfruttamento sessuale

Trailer