Bosnia e Serbia, emergenza alluvione
Centro Archivio 24 maggio 2014 Le news e gli eventi delle nostre associazioni

Bosnia e Serbia, emergenza alluvione

Alluvione-balcani-1
Alcune persone attendono i soccorsi nel balcone della loro casa a Obrenovac, il 16 maggio (foto Reuters).

ABC solidarietà e pace, in contatto con il sindacato Jedinstvena Sindikalna Organizacija della Zastava di Kragujevac per le borse di studio, diffonde il loro appello per chiedere aiuto dopo l’alluvione che ha sconvolto la vita delle popolazioni di molte parti della Bosnia e della Serbia.
I luoghi dove sono i progetti di “ABC” non sono stati colpiti se non marginalmente, ma l’associazione si è comunque attivata inviando immediatamente mille euro all’associazione amica “Non bombe ma solo caramelle” che, in questa situazione di emergenza, è un rifermento per quanti vogliono autare la gente sconvolta dall’evento.

Chi volesse aiutare le popolazioni colpite di Bosnia e Serbia potrà fare riferimento al conto corrente bancario di “Non bombe ma solo caramelle” con l’IBAN IT18E0892802202010000021816.

Questo il testo del comunicato inviato dal sindacato della Zastava:

Cari amici,
Popolazioni dei Balcani da 10 giorni vivono il dramma senza precedenti dopo il cataclisma che ha colpito il territorio di Serbia, Croazia, Bosnia e Repubblica Srpska con conseguenti decine di migliaia di sfollati rimasti senza abitazioni e le infrastrutture distrutte (ponti, strade…). Le alluvioni non si sono ancora ritirate completamente ma speriamo che il numero degli annegati non sarà aumentato. Iniziamo a ripulire e disinfettare i territori inondati per ridurre al minimo il pericolo di epidemia. Ė ancora presto per valutare i danni perchè si stanno formando parecchie frane. Particolare pericolo, secondo gli esperti sarà provocato dalle bombe inesplose dopo i bombardamenti del 1999 che stanno uscendo con fango e frane.

Cari amici,
Il Sindacato Zastava vi invita a contribuire alla risanazione dei danni provocati da alluvioni mai viste in Serbia.

Il sindacato Zastava ha già inviato il primo contingente degli aiuti di emergenza (acqua, cibo) e abbiamo deciso con i lavoratori di tutte le 17 aziende del Gruppo Zastava Vozila di devolvere una trasferta e di versarla su un fondo costituito per le popolazioni colpite dalle alluvioni. Tutti i contributi raccolti saranno consegnati alle famiglie più colpite (rimaste senza case cioè case non ricostruibili) identificate dai sindacati locali più precisamente nelle città in vicinanza di Kragujevac e con i cui sindacati abbiamo ottimi rapporti (Jagodina , Svilajnac, Paracin, Smederevska Palanka).

Dopo tutti i disastri che ci hanno colpito anche questa volta speriamo di poter ricostruire il nostro paese perchè in questo momento difficile siamo tutti uniti, particolarimente la gioventù che ha dato un contributo prezioso con attività di volontario assieme ai giovani di tutte le repubbliche della ex Jugoslavia”. SINDACATO  ZASTAVA

 

Per approfondire