Arte solidale. Primo appuntamento in trasferta a Napoli
Centro Archivio 10 settembre 2013 Le news e gli eventi delle nostre associazioni

Arte solidale. Primo appuntamento in trasferta a Napoli

arte per il sostegno a distanzaParte la nuova stagione di “Visita l’Arte”, l’iniziativa benefica promossa da Mais Onlus, organizzazione che lavora con il sostegno a distanza in una decina di Paesi.

Mais torna a proporre, anche nella nuova edizione del progetto di arte solidale, itinerari per appassionati, amatori e curiosi alla scoperta delle cose belle che Roma ha in serbo. E non solo Roma!

Il primo appuntamento, sabato 28 settembre, sarà una trasferta alla scoperta delle meraviglie di Napoli. La prenotazione obbligatoria va effettuata entro il 15 settembre.
Per maggiori informazioni i riferimenti sono: cell. 3383616750 | posta elettronica lorirab@katamail.com
Il ricavato è destinato alla Fattoria biologica in Madagascar: un progetto di cooperativa agricola che coinvolge più di 70 contadini malgasci.

Programma
Mattina – Certosa di S. Martino
La Certosa di S. Martino situata in posizione panoramica sulla collina del Vomero, è un complesso molto particolare per le sue vicende storico-artistiche. Essa, infatti, rappresenta una eccezionale testimonianza di architettura e decorazione barocca. Fra i suoi numerosi artefici ed artisti intervenuti per abbellirla ricordiamo il Dosio, Cosimo Fanzago e i pittori Spadaro, Baglione, de Ribera, Lanfranco, Maratta…

Pranzo in pizzeria

Pomeriggio – Napoli sotterranea
Percorso nel sottosuolo a circa 40 metri di profondità per conoscere la città partenopea da un punto di vista molto particolare.
S. Chiara e il chiostro
Di fondazione angioina la costruzione della cittadella francescana, che ospitava due edifici religiosi per i frati minori e le monache, ebbe inizio nel 1310. La chiesa, caratteristica per le sue forme gotiche e i suoi monumenti funebri, fu poi gravemente danneggiata dal bombardamento del 4 agosto 1943. Di grande importanza è il chiostro: trasformato varie volte (la più importante trasformazione avviene fra 1742 e 1769), presenta splendide maioliche con scene vegetali e di vita quotidiana.

Per approfondire