Terremoto in Nepal, nuovo aggironamento da Cini Italia
Centro Archivio 31 maggio 2015 Le news e gli eventi delle nostre associazioni

Terremoto in Nepal, nuovo aggironamento da Cini Italia

Riceviamo e pubblichiamo un nuovo aggiornamento sulla drammatica situazione in Nepal da Cini Italia, una delle associazioni del Coordinamento per il sostegno a distanza che opera sul territorio.

Cari amici, care amiche,
vi comunichiamo che grazie alla generosità di tutti voi abbiamo già raccolto oltre 53.000 euro per soccorrere le vittime del catastrofico terremoto del Nepal. Ne approfittiamo ancora per ringraziare qui coloro che non hanno lasciato il loro recapito e non siamo quindi riusciti a raggiungere di persona.

Continuando il lavoro intrapreso da un mese, CINI, in collaborazione con la ONG nepalese Child Workers in Nepal Concerned Centre (CWIN), si sta occupando di assistere i bambini a superare il trauma subìto, cercando di ri-integrarli nella routine quotidiana che il disastro ha sconvolto. Il primo passo è far ripartire le attività scolastiche e assicurare che i bambini ritornino alle loro classi.

Nel villaggio di Irkhu nel distretto Sindhupal Chowk, dove si è realizzato il lavoro di emergenza di queste settimane, CINI sta istituendo degli angoli amici dei bambini, ovvero degli spazi sicuri dove i bambini possano trovarsi per riprendere le lezioni con degli insegnanti formati per questo, fintanto che le loro scuole vengano ricostruite. Intanto, gli operatori di CINI aiutano anche le famiglie e la comunità in senso ampio a superare il trauma del terremoto e a riprendere la vita di tutti i giorni. A nome delle popolazioni nepalesi che stiamo soccorrendo, vi chiediamo dunque di aiutarci a sollevare 100 bambini e le loro famiglie in questo primo passo verso la ripresa della normalità.

Vi ricordiamo il link dove vedere il reportage andato in onda su Sky TG24 sull’intervento di CINI in Nepal:

video.sky.it/news/mondo/nepal_skytg24_nei_villaggi_non_ancora_raggiunti_da_soccorsi/v241529.vid

Grazie fin d’ora per l’aiuto che vorrete dare, anche condividendo, e un saluto in solidarietà,

Eliana Riggio
Presidente
CINI Italia ONLUS